sabato 19 luglio 2014

L'Unione Europea


L'Unione Europea deve diventare più “leggera”. Deve finanziare soltanto le opere e i progetti che hanno un ambito di valenza europeo (ad esempio, grandi opere infrastrutturali, la difesa comune). Tutto il resto deve essere gestito e finanziato dagli stati e dagli enti locali, ciascuno per il proprio ambito: ad esempio, la creazione di un rotonda in una strada comunale deve essere gestita e finanziata dal Comune stesso. Certo devono continuare a esserci progetti di sviluppo locale promossi dall'Unione Europea, ma solo per le regioni più sottosviluppate.
Così i paesi dovrebbero dare meno soldi all'UE, per spenderli direttamente sul proprio territorio, in modo più trasparente e responsabile.

Nessun commento: